incentivi

Ogni anno, a seconda delle dispnibilità finanziarie, il governo con un decreto, approva eventuali incentivi per il passaggio al GPL, ma essendo una selva di leggi statali, regionali e provinciali (perché spesso sono anche gli enti locali a finanziare questo tipo di incentivi), è molto difficile districarsi per chi non è addetto al settore. Inoltre, il monte degli incentivi viene ridotto man mano che viene utilizzato, questo significa che i primi a richiederlo sono sicuri di percepirlo sempre e comunque, mentre sullo scadere dell'anno l'importo totale messo a disposizione potrebbe non esistere più. E' quindi opportuno, prima di iniziare il lavoro, rivolgersi a un installatore (almeno telefonicamente) che saprà sicuramente come stanno le cose per l'anno in corso e la documentazione da presentare.




Vediamo come si sono svolte le cose per gli anni passati:
  • il 2 gennaio 2009 sono stati confermati gli incentivi dell'anno precedente che ammontavano a 350,00 euro per la trasformazione a GPL e 500,00 euro per la trasformazione a metano, indipendentemente dalla data di prima immatricolazione del veicolo e indipendentemente dalla categoria ecologica di appartenenza (Euro 0-1-2-3-4-5).
  • il 7 febbraio è stato approvato il nuovo decreto che mantiene inalterate tutte le specifiche tecniche dell'auto ma aumenta gli incentivi a 500,00 Euro per il GPL e 650,00 Euro per il metano. Le variazioni intervenute non sono retroattive, quindi il nuovo incentivo è valido solo per le auto collaudate successivamente all'emissione di tale decreto.
  • il 12 aprile 2009 interviene una ulteriore modifica per far fronte alla crisi del settore automobilistico. A partire da tale data i veicoli più inquinanti appartenenti alle categorie Euro 0-1-2, beneficiano dell'incentivo pieno di 500,00 Euro per la trasformazione a GPL e 650,00 Euro per la trasformazione a metano. Invece per i veicoli meno inquinanti appartenenti alle categorie Euro 3-4-5, l'incentivo viene riportato agli importi previsti per il 2008, cioè a 350,00 euro per la trasformazione a GPL e 500,00 euro per la trasformazione a metano.

    E' importante ricordare che questi incentivi appartengono ad un fondo ad esaurimento, per cui conviene farne subito richiesta (da effettuarsi tramite l'installatore autorizzato o la concessionaria) in quanto l'importo (nominativo e legato al veicolo) viene concesso solo fino a quando non si esauriscono i fondi messi a disposizione.




    Precisiamo che, visto il susseguirsi di decreti e correzioni, la nostra pagina deve essere considerata a solo scopo indicativo ed è più opportuno informarsi presso un installatore autorizzato, il quale sarà a conoscenza anche di eventuali contributi aggiuntivi eventualmente previsti da singoli comuni, province o regioni.
    Di seguito solo alcuni ulteriori incentivi di cui siamo a conoscenza:

    Regione Lombardia:
    Contributo per il 2009 ai soli residenti della zona A1 di ulteriori 600,00 Euro per la trasformazione sia a GPL che a metano di un veicolo a benzina Euro 0-1-2-3-4

    Regione Piemonte:
    Esenzione del bollo per 5 anni dal primo periodo utile dopo la trasformazione a GPL o a metano di un'auto non superiore a 100KW (Euro 2-3-4).

    Comune di Novara:
    Contributo per i soli residenti di ulteriori 350,00 euro per la trasformazione sia a GPL che a metano, ma solo per le categorie Euro 0-1-2-3-4

    Comune di Vercelli:
    Contributo per il 2009 solo per i residenti di 150,00 Euro (cumulabile con quello statale) per tutte le trasformazioni sia a GPL che a metano, fino ad esaurimento di un fondo di 70.000 euro